Mani straniere in acquisto sugli immobili italiani di lusso

È scattata la corsa all’acquisto delle ville in Italia. I ricchi acquirenti stranieri arrivano ad acquistare casali in Toscana, palazzi antichi con giardino in città come Roma, Milano e Venezia. E grandi ville con parchi e giardini lungo le coste.

Ville, palazzi e castelli a prezzi stracciati

Attualmente i grandi acquirenti possono concludere veri e propri affari: molti capitalisti italiani hanno preso casa altrove. Chi resta, spesso non ha a disposizione le risorse per comprare l’intera proprietà di ville, palazzi e castelli, neanche quelli di famiglia. Per questioni di liti successorie o a causa della crisi economica. Non dimentichiamo, infine, che un terzo della popolazione è troppo vecchia o troppo giovane per voler comprare un immobile di lusso. Un grande nome del franchising immobiliare americano ha analizzato i prezzi degli immobili di pregio, nelle località italiane apprezzate dai clienti esteri. Rilevando che attualmente risultano ai minimi storici rispetto agli ultimi 20 anni. E che l’investimento immobiliare in Italia è fiscalmente vantaggioso.

Mani straniere in acquisto sugli immobili italiani di lusso

Gli acquirenti esteri corrono a comprare per approfittare dei mutui a tassi di interesse minimi. Per accogliere i vantaggi della flat tax dedicata a chi porta in Italia la residenza fiscale. E quelli del superbonus ristrutturazioni, se l’immobile di lusso va restaurato da cima a fondo. Ma cosa stanno esattamente cercando? Innanzitutto, le proprietà storiche con funzioni ormai obsolete, che stanno soffrendo per le continue diminuzioni di valore, da trasformare in appartamenti super lusso da affitto breve, con personale di servizio incluso. Oppure attici e ville di lusso con arredamenti top, appena rinnovati, in zone altamente desiderabili. Gioielli con prezzi superiori al milione di dollari: venduti in fretta e furia da imprenditori, gestori finanziari, antiquari e professionisti falliti a causa della pandemia.

La geografia degli acquirenti

Mani straniere in acquisto sugli immobili italiani di lusso. La maggior parte delle richieste attualmente arriva dagli Usa (17,9%), seguono Germania (13%) e Gran Bretagna (12,4%). Gli americani preferiscono le ville e i casali sul mare o sul lago. E tendono ad acquistare solo in certe regioni: il Piemonte interessa ai francesi, il Veneto piace a tedeschi, austriaci e russi. Tutti vogliono fare affari immobiliari in Lombardia, Toscana e Puglia. Oppure in Sardegna, Sicilia e Costiera Amalfitana. Faranno davvero centro, con questi target troppo scontati? Molti scommettono di sì. Il ritorno dell’investimento sarebbe doppio: con un immediato aumento della qualità della vita, come residenti. E con un sicuro apprezzamento economico, nel tempo, di una proprietà certamente esclusiva, in aree che difficilmente passeranno di moda.

Contattaci

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.